Il bypass spirituale e la via di mezzo

Cosa si intende per bypass spirituale?

Hippie coppiaSi tratta di un fenomeno di ampia diffusione in molte comunità spirituali, ovvero la credenza che, ogniqualvolta si verifica un evento scomodo o ci si trova davanti ad un grave problema personale o pubblico, occorre immediatamente distogliere l’attenzione da ciò che sta succedendo, e invece provvedere a coprirlo con affermazioni positive o ignorarlo del tutto. Spesso, si tratta della voglia di non farsi trascinare dalle emozioni “negative” e del terrore di vedere gli stessi eventi verificarsi nuovamente. Molti di noi lo fanno perché ci è stato detto che tutto ciò a cui prestiamo attenzione entra a far parte della nostra realtà e che ogni singolo pensiero che abbiamo crea la nostra realtà. Inoltre, a chi va di mostrare il proprio lato “umano” e poco “illuminato”? Tutti i grandi Maestri ci hanno ammonito dal prestare attenzione a ciò che non ci piace e dal fomentare pensieri ed emozioni negative!

E’ “spirituale” voler affrontare un problema o prendere consapevolezza di ciò che non va?

Sebbene molti insegnamenti spirituali riportano che è di vitale importanza monitorare ogni singolo pensiero per sostituirlo con uno più “bello”, e che pensare male di qualcuno o addirittura denunciare un comportamento scorretto equivale a creare karma negativo per noi e a manifestare cose spiacevoli nel futuro, in realtà le cose non stanno esattamente così. LA VITA NON E’ BIANCO O NERO, MA E’ FATTA DI UN’INFINITA’ DI SFUMATURE! Se hai subìto un gravissimo danno che ti priva di uno o più diritti fondamentali di ogni essere vivente e sei in grado di proteggerti, difenderti o denunciare in qualche modo le persone che ti hanno danneggiato, lo puoi fare rimanendo la persona “spirituale” che sei…anzi, stai rendendo un servizio alla comunità intera! Infatti, se è importante capire che chi perpetua azioni “sbagliate” è in realtà qualcuno che soffre profondamente, non vuol dire che non puoi prendere provvedimenti per fermare questa persona dal commettere ulteriori crimini! Del genere: QUANDO LA SPIRITUALITA’ NON VA PRESA ALLA LETTERA! Se tutti avessimo creduto che difenderci o fermare persone pericolose fosse sbagliato, ancora vivremmo sotto dittatura (anche se a ben vedere sulla situazione politica ed economica attuale occorrerebbe una lunga riflessione che onestamente non ho voglia di fare)! Lo stesso vale quando prendi consapevolezza di tutte le cose che non vanno nella tua vita o nel comportamento di una persona: non devi per forza mandare luce e sperare che le cose si risolvano come per magia, semplicemente ignorandole! CERTE VOLTE OCCORRE RIMBOCCARSI LE MANICHE E AGIRE SENZA ESITAZIONI! Quando questo succede proverai un fortissimo impulso di agire in qualche modo, perciò non puoi sbagliare! Ed è altrettanto “spirituale” rivelare ciò che non va, soprattutto se questo ha un impatto molto forte sulla comunità spirituale globale.

La via di mezzo

bfaa405da0951ff0547f01337754e5a7Come ho già spiegato nei miei precedenti post, la Nuova Era richiede EQUILIBRIO. In questo senso, se ci focalizziamo esclusivamente su tutto ciò che “va male” nel mondo o solo sulle cose positive, sopprimendo tutto il resto, non siamo centrati e non siamo di nessun aiuto! Per via di mezzo (non quella Buddhista, anche se il principio è lo stesso) intendo la ricerca dell’equilibrio tra i due estremi positivo e negativo. In pratica, questo significa che è importante come persone spiritualmente attive essere in grado di DISCERNERE tra ciò che va bene e ciò che non va bene, senza però eccedere in negativo o in positivo. Quando eccediamo in negativo non vediamo altro che pericoli e paura, quando eccediamo in positivo rischiamo di non proteggerci quando siamo veramente in pericolo e di vivere in uno stato di semi-inconscenza, come degli zombie privi di vitalità. Per raggiungere questo equilibrio occorre sperimentare e compiere molti “errori”!

Consapevolezza è la parola chiave

Il modo più semplice e diretto per trovare la nostra personale via di mezzo è allenandoci a portare consapevolezza su TUTTO CIO’ CHE ACCADE NELLA NOSTRA VITA, BELLO O BRUTTO CHE SIA. Per far questo la meditazione può essere un ottimo inizio, perché ci allena ad OSSERVARE tutto ciò che accade nella nostra mente e nel nostro corpo senza attaccamenti o giudizi, e ci aiuta persino ad osservarci mentre esprimiamo giudizi e proviamo avversione! Al contrario di ciò che i libri di auto-aiuto più famosi dicono, non occorre essere dei “poliziotti della mente” che sopprimono tutto ciò che non va e lo sostiuiscono con ciò che ci “dovrebbe” essere…

Non aver paura di guardare dentro di sé e scoprire paure e lati d’ombra è la vera LIBERTA’ SPIRITUALE, perché non ci rende dipendenti da un certo stato d’animo o dalle circostanze esterne! Essere costretti a censurare le nostre vere emozioni e pensieri è una tortura mentale, spirituale e fisica auto-imposta che porta solo ulteriore sofferenza!

Quali pratiche spirituali ci portano ad attuare il bypass spirituale?

Personalmente, avendo iniziato il mio percorso di risveglio grazie alla spiritualità oggi maggiormente commercializzata e quindi più famosa, ritengo che pratiche specifiche e molto diffuse, quali la PNL, il pensiero positivo, le affermazioni, le visualizzazioni positive e gli insegnamenti sulla Legge dell’Attrazione incentrati sulla manifestazione di beni materiali per il soddisfacimento personale portano ad una distorsione della spiritualità stessa, se vengono praticati senza uno studio serio e ragionato. In questo ultimo anno mi sono scontrata spesso con la reticenza di molte persone su un percorso spirituale di ammettere quando qualcosa non va nelle proprie vite o quando un Maestro sta abusando del proprio potere mediatico. Non poter esprimere i miei dubbi apertamente mi ha fatta soffrire molto, al punto da mettere in discussione la validità di certi insegnamenti che pure ho seguito per molto tempo. Ho avuto più di un brusco risveglio da questo tipo di spiritualità e mano mano mi sono resa conto che anche altre persone sul mio stesso percorso provavano le mie stesse emozioni. Credo che certe pratiche, soprattutto quelle incentrate sul pensiero positivo e sulla programmazione neuro linguistica (che ho avuto occasione di incontrare persino nel mio percorso universitario, grazie ad esami di linguistica generale e applicata), ci distolgono dal connetterci con la nostra vera Identità, sopprimendo i desideri della nostra Anima. Inoltre, queste pratiche ci trasmettono un odio e una paura profondi per i nostri lati d’ombra e ci portano a difenderci da tutto ciò che non ci piace sopprimendolo sempre di più, al punto che inevitabilmente tutto il nostro Essere “implode”.

Penso anche che è molto comodo per i “guru” spirituali essere seguiti da persone che hanno paura di mettere in dubbio i loro insegnamenti e il loro atteggiamento. Se i loro fan si permettono anche solo di porre domande lecite o di riflettere in qualche modo sulla validità di un insegnamento, vengono stigmatizzati o ridicolizzati dagli altri seguaci del Maestro e dal Maestro stesso! Molti miei colleghi hanno raccontato di seminari e corsi ai quali si poteva essere facilmente accettati nei piccoli gruppi che si andavano a formare durante le lezioni, ma, non appena si faceva un’osservazione diversa da ciò che il Maestro di turno stava dicendo, si veniva zittiti immediatamente. E posso capire che, quando ci si espone pubblicamente occorre moderare possibili soprusi da parte di persone malintenzionate (in effetti io stessa sto molto attenta a monitorare quello che accade sui siti che gestisco), tuttavia non si tratta di comportarsi in modo losco o dannoso per gli altri e sopprimere la voce di chi, con rispetto e amore, desidera capire cosa sta succedendo, soprattutto se si tratta di persone che hanno investito molto sul maestro in questione.

9c816882a6cb2604a1f2cbcf83e1e6ceVogliamo diventare degli zombie passivi che hanno paura di vivere e di dire la loro, oppure desideriamo vivere la vita con pienezza, trasformando così il “negativo” in “positivo”? Ripeto che non si tratta di diventare delle persone violente o dei guastafeste che si lamentano continuamente, ma di trovare equilibrio dentro di sé.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...