Andare col Flusso della Vita…l’arte di co-creare la nostra esistenza col Divino

In questo periodo di festività così impegnativo, in cui sembra che tutte le nostre questioni irrisolte stanno venendo in superficie e ci sentiamo travolti da una serie di eventi più o meno spiacevoli, è arrivato il momento di domandarsi se stiamo seguendo il Flusso degli eventi o se vi stiamo opponendo resistenza. Quando la nostra vita subisce un’accellerazione improvvisa e sul momento perdiamo la nostra “bussola interiore” perché non sappiamo come risolvere le nostre problematiche né da dove iniziare, occorre farsi guidare dal fluire degli eventi. E’ la nostra unica chance per farcela. In nessun altro modo riusciremo a cavarcela e a trasformare l’ombra in luce. Certe volte questo accade perché è arrivato il momento giusto per risolvere delle problematiche che ci portiamo dietro dal passato e perché siamo pronti per salire al livello successivo della nostra evoluzione spirituale. Anche quando le cose vanno a gonfie vele opporre resistenza al flusso della vita è molto pericoloso! Infatti noi umani dimentichiamo che, oltre al nostro Libero Arbitrio, sono in gioco Energie Universali molto potenti e il Libero Arbitrio di tutti gli altri esseri umani del Pianeta. Perciò non si tratta semplicemente di manifestare secondo la nostra volontà individuale, ma di co-creare la nostra esistenza col Divino PER IL BENE SUPREMO.

Andare col Flusso: cosa singifica esattamente?

Molti di noi, avvicinandosi al mondo della spiritualità, si imbattono in un concetto molto sfruttato in tutti i libri di auto aiuto e negli insegnamenti di Maestri spirituali più o meno famosi. Ci viene detto che se opponiamo resistenza al Flusso degli eventi non potremo manifestare ciò che desideriamo, per cui occorre imparare (o ricordare) a seguire lo scorrere della vita, come se ci dovessimo far trascinare da un mare in tempesta. Il problema è che molto di noi credono che seguire il Flusso degli eventi significhi forzare sottilmente gli eventi a prendere un certo corso, oppure essere sempre felici e grati per ciò che accade, anche se questo ci causa dolore. Nessuna delle due opzioni però corrisponde al “vero”. In genere, per imparare ad andare col Flusso, abbiamo bisogno di una preparazione mentale che si acquisisce attraverso lo studio di materiale esoterico, e poi si interiorizza capendo, attraverso le sensazioni corporee e il ricordo delle esperienze passate, cosa signfica veramente per noi andare col flusso. Poi si passa alla pratica e qui si impara sbagliando molte, molte volte! Ci può volere del tempo, mesi o persino qualche anno, per trovare il giusto equilibrio tra la necessità di essere felici e la difficoltà di accettare le sfide e i cambi di programma che la vita ci presenta. E’ come dire che creiamo la nostra realtà fino ad un certo punto, e questo limite è posto dal fatto che viviamo in un ecosistema in cui tutto e tutti sono interconnessi tra loro. Non possiamo fare quello che ci pare, rischiando di mettere a repentaglio la vita degli altri esseri umani (qui ci sarebbe da spiegare perché certe persone, come dittatori, capi di stato, assassini, eccetera, riescono a rovinare la vita di molte altre persone, apparentemente senza conseguenze per loro; onestamente non mi va di entrare in questo tipo di discorsi). Per cui andare col Flusso implica una  consapevolezza molto più ampia di “Il pensiero crea la realtà / io sono il creatore della mia realtà / posso fare tutto ciò che voglio / se lo posso immaginare lo posso anche fare…” ma ci porta ad esprimere il nostro desiderio, aggiungendo: ” SE QUESTA E’ LA COSA GIUSTA PER ME IN QUESTO MOMENTO E SE RISPETTA LA VOLONTA’ E IL BENE SUPREMO DI TUTTI”. Stiamo quindi dicendo all’Universo che siamo disposti a fare ciò che serve per realizzare questo sogno così

waterfall-105071234
Il Flusso della vita…

importante per noi, ma che siamo flessibili e aperti a nuove possibilità che ancora non riusciamo a vedere, o persino ad abbandonare quel desiderio per qualcosa di diverso. Noi umani crediamo che il primo desiderio che ci arriva è quello giusto per noi, che è in allineamento con il nostro Scopo di Vita e che corrisponde con la volontà di tutte le parti coinvolte. Ma non è sempre così. Molto spesso il primo desiderio che cattura la nostra attenzione non è quello vero…dietro si nasconde qualcosa di molto più bello e profondo, che occorre svelare strato dopo strato! Andare col Flusso non significa però che quando le cose non vanno come sperato siamo subito pronti ad accettare la realtà dei fatti o riusciamo ad essere grati per ciò che è accaduto, al contrario, ci sentiamo frustrati, arrabbiati, tristi, depressi e delusi perché le cose sono andate diversamente. In questa fase stiamo lasciando andare il nostro attaccamento al risultato finale e le emozioni irrisolte che ci portiamo dietro dal nostro passato.

 

Conclusione: come capire se sto andando col Flusso della vita?

In questa ultima parte dell’articolo mi propongo di spiegare a grandi linee come possiamo capire se stiamo seguendo il flusso degli eventi o se vi stiamo opponendo resistenza. Anche se ognuno di noi sperimenta la vita in modo unico, il mio obiettivo è quello di rassicurare e di non creare aspettative esagerate nel lettore. Premetto inoltre che io stessa sto imparando ad adottare questo stile di vita e ho ancora del lavoro da fare per migliorare!

  • NON STAI ANDANDO COL FLUSSO: succede l’inaspettato e le cose non vanno come sperato. Ti senti frustrato, nervoso, arrabbiato, triste e persino disperato. Sei furioso con le Energie Universali e prometti a te stesso che farai qualsiasi cosa, persino un gesto disperato, pur di portare gli eventi a svolgersi a tuo favore. Non ti interessa delle altre persone coinvolte, ma vuoi solo ottenere ciò che desideri. Sconfitta dopo sconfitta continuerai imperterrito a comportarti allo stesso modo e a commettere gli stessi errori. E’ sempre colpa degli altri, mentre tu sei solo una vittima delle circostanze.
  • STAI ANDANDO COL FLUSSO: succede l’inaspettato e le cose non vanno come sperato. Ti senti frustrato, nervoso, arrabbiato, triste e persino disperato. Inizi a dubitare nell’esistenza di un Potere Superiore benevolo e ti senti quasi presto in giro. Superata questa prima fase, scopri che dentro di te risiede un grande resilienza e la fede che le cose andranno per il meglio. Inizi a notare che quando gli eventi spiacevoli si sono verificati, per quando preso dal dolore e dalla rabbia, hai notato dei segnali divini, sotto forma di numeri, messaggi, parole o coincidenze fortunate. Sarebbe potuto andare peggio di come è andato in realtà. Ti ci vorrà un po’ di tempo ma piano piano ti sentirai sempre meglio. Riflettendoci su inizi a vedere una possibile spiegazione e, presto o tardi, te ne farai una ragione. Dopotutto se le cose non sono andate come sperato, c’è un motivo valido. Magari c’è qualcosa di meglio che ancora non riesci a vedere. Finalmente te ne sei fatto una ragione, hai deciso di non mollare ma di affidarti alla “corrente”: prenderai le tue decisioni basandoti su cosa accade intorno a te in ogni dato istante. Iniziano a verificarsi sincronicità inaspettate e piccoli e grandi miracoli. Finalmente tutto è chiaro e tu ti senti più felice e leggero. Dopo questa avventura hai scoperto nuovi lati della tua personalità e hai lavorato su te stesso per migliorare…sei cresciuto come persona e come Anima. Sei felice perché il libero arbitrio di tutti è stato rispettato.

Nel 2018 imparare ad andare col Flusso sarà di fondamentale importanza…

Come ho spiegato in questa lettura per il nuovo anno…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...