AGGIORNAMENTO SITUAZIONE COLLETTIVA e RISONANZE DI SCHUMANN (dalle ultime due settimane di marzo) 7 APRILE 2021


Stiamo vivendo l’inizio della fase descritta come “terzo segno” nell’Apocalisse – PREMETTO che utilizzo la Bibbia solo come punto di partenza, non sono cristiana e fornisco un’interpretazione esoterico-teosofica (che potrebbe apparire persino “blasfema” per i Cristiani credenti) di questi brani, che peraltro sono un’alterazione dell’originaria “Scienza-Saggezza” dimenticata dalle masse.

Nella Bibbia posso occasionalmente trovare dei passi che mi permettono di osservare in modo più ampio e distaccato la situazione che viviamo di momento in momento.

Terzo segno: la bestia della Terra. –

Vidi poi salire dalla terra un’altra bestia, che aveva due corna, simili a quelle di un agnello, che però parlava come un drago. Essa esercita tutto il potere della prima bestia[1] in sua presenza e costringe la terra e i suoi abitanti ad adorare la prima bestia, la cui ferita mortale era guarita. Operava grandi prodigi, fino a fare scendere fuoco dal cielo sulla terra davanti agli uomini. Per mezzo di questi prodigi, che le era permesso di compiere in presenza della bestia, sedusse gli abitanti della terra dicendo loro di erigere una statua alla bestia che era stata ferita dalla spada ma si era riavuta. Le fu anche concesso di animare la statua della bestia sicché quella statua perfino parlasse e potesse far mettere a morte tutti coloro che non adorassero la statua della bestia. Faceva sì che tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi ricevessero un marchio sulla mano destra e sulla fronte; e che nessuno potesse comprare o vendere senza avere tale marchio, cioè il nome della bestia o il numero del suo nome. Qui sta la sapienza. Chi ha intelligenza calcoli il numero della bestia: essa rappresenta un nome d’uomo. E tal cifra è seicentosessantasei.[2]

Questo secondo passo (nella mia versione è il capitolo 13 dell’Apocalisse) è ancora più interessante del primo perché secondo me descrive i tempi che stiamo iniziando a vivere proprio ora.

(vedi nota uno) Di sicuro ci sono molte “bestie” che parlano a sproposito in questo momento, e ufficialmente viene impedito in tutti i modi alla gente di pensare diversamente dalla massa. La seconda bestia (che secondo me rappresenta vari personaggi di cui ovviamente è meglio non fare il nome) è simile ad un agnello, ossia vuole farsi passare per benefattrice, facendo credere alla gente che è venuta a portare loro la “salvezza” risolvendo ogni problematica e riportando il mondo alla “normalità”. Infatti il gioco del “potere” è quello di continuare a confondere i confusi presentandosi come un “benefattore” che “per il bene della gente è costretto a ingannare, confondere, rubare, sopprimere, uccidere e compiere altre atrocità”; lo stesso “potere” etichetta chiunque abbia ancora un po’ di dignità personale e di capacità critica come “cattivo” poiché non si conforma al suo volere e rischia di mettere sottosopra tutti i suoi piani!

Queste seconde “bestie” spingono la gente sprovveduta ad adorare sempre di più la “prima bestia”, ossia tutti gli ipnotizzatori che hanno contribuito ad addormentare le coscienze sia nei millenni passati che nell’ultimo anno. Perché la gente accettando ciò che viene proposto ora (non posso essere esplicita, che il lettore capisca) diviene parte di un mondo distopico, accetta di essere trattata come carne da macello e di tornare ad essere schiava di qualche entità che ai tempi della “Genesi”[3] si è presentata all’umanità come il “vero Dio”…

OPERA GRANDI PRODIGI – o almeno le piacerebbe operare veri prodigi – in ambito scientifico, avvalendosi di tecnologie aliene che dovrebbero risolvere una volta per tutte questo nuovo “problema mondiale”. Alla gente viene venduto tutto come un “grande progresso scientifico” di cui fidarsi ciecamente. Peccato che il corpo umano stesso sia un’opera meravigliosa e altamente tecnologica, per cui la tecnologia artificiale è infinitamente inferiore ad un corpo organico. Il nostro corpo è una proiezione della nostra coscienza e se ci risvegliamo diveniamo capaci di guarirlo e rigenerarlo, entrando in una dimensione in cui tutto è possibile – ecco cosa spaventa il “potere”.

IL MARCHIO DELLA BESTIA – oltre ciò che viene proposto ora (di nuovo, non posso essere esplicita) ben presto arriveranno sul mercato tecnologie “straordinarie” che apriranno la strada alla fusione fra essere umano e macchina; pensate ai microchip che vogliono inserire nel cervello o in altre parti del corpo con la promessa di divenire “più intelligenti”. Da questo primo marchio al secondo il passo è breve…

Se tutto questo si avvererà significherà che chi non vuole più essere parte di questo sistema dovrà compiere scelte drastiche: ossia uscirne fuori completamente.

La Bibbia è fatta per incutere terrore nella gente e quindi in questi passi non è contemplata l’esistenza di un altro mondo (parallelo a quello del sistema) che già sta prendendo forma – semplicemente chi si è risvegliato non accetterà mai tutto questo e dovrà uscire completamente fuori dal sistema, non si può più stare col piede in due staffe.

Sul 666 ho delle riserve perché numerologicamente non è affatto un brutto numero, anzi il 6 è armonia, cooperazione, amore.

Ho inserito questa premessa solo per aiutare chi è un po’ confuso a fare chiarezza, il mio intento è sempre quello di elevare il livello di Coscienza e mai di diffondere il panico.


NOTE (IMPORTANTI):

[1] Della prima bestia, nel Secondo segno viene detto: 

Vidi salire dal mare una bestia che aveva dieci corna e sette teste, sulle corna dieci diademi e su ciascuna testa un titolo blasfemo. La bestia che io vidi era simile a una pantera, con le zampe come quelle di un orso e la bocca come quella di un leone. Il drago le diede la sua forza, il suo trono e la sua podestà grande. Una delle sue teste sembrò colpita a morte, ma la sua piaga mortale fu guarita. […] Alla bestia fu data una bocca per proferire parole d’orgoglio e bestemmie, con il potere di agire per quarantadue mesi. Essa aprì la bocca per proferire bestemmie contro Dio, per bestemmiare il suo nome e la sua dimora, contro tutti quelli che abitano in cielo. Le fu permesso di far guerra contro i santi e di vincerli; le fu dato potere sopra ogni stirpe, popolo, lingua e nazione. L’adorarono tutti gli abitanti della terra, il cui nome non è scritto fin dalla fondazione del mondo nel libro della vita dell’Agnello immolato.

Chi ha orecchi, ascolti:

Colui che deve andare in prigionia,

andrà in prigionia;

colui che deve essere ucciso di spada

di spada sia ucciso. […]

Fonte: La sacra Bibbia – Edizione ufficiale della CEI, 1974.

Ho evidenziato i passi che mi fanno pensare proprio a ciò che sta accadendo ora nel mondo: ci sono tante “bestie” o meglio robot fatti salire al “potere” alle quali è concesso di parlare e di proferire bestemmie, ossia assurdità di ogni tipo, specialmente in ambito medico e finanziario. Il “drago” esotericamente è la Saggezza e la Conoscenza Magica, non si tratta quindi di per sé di un qualcosa di negativo, tuttavia la Conoscenza Magica può essere utilizzata sia per far del bene che per fare del male, ed è quindi chi se ne serve a conferirle una connotazione positiva o negativa (come notate siamo nel regno della dualità). Queste “bestie” sono sostenute da un “drago”, ossia da qualcuno che sta all’apice di tutto e che utilizza rituali di magia nera per controllare le masse. Si tratta solamente di manipolazione mentale, alla quale si può sfuggire se ci si risveglia e si ritrova un senso di dignità personale. Non esiste “satana” o i “demoni” ma solo la malvagità frutto della visione distorta dell’essere umano…e menti intorpidite che non sanno guardare oltre il proprio naso e così cadono “vittima” di tale manipolazione. 

A queste “bestie” viene concesso di governare e annebbiare le menti tramite i mass media (vedi la censura pressante), per cui le genti sprovvedute (e non importa se sono persone semplici o “dottori” e “professori”, dato che tutti sono stati sottoposti allo stesso programma di manipolazione mentale) credono a tutto ciò che dicono anche se è palesemente assurdo e un insulto all’intelligenza umana. Vengono quindi “adorati” perché tanti seguono ciecamente le regole da loro imposte pur di “tornare alla normalità” (la più grande bugia dato che il mondo non tornerà mai più ad essere come prima).

Il passo più interessante è quello in cui si afferma che “colui che deve andare in prigionia, andrà in prigionia”. OSSIA se hai deciso di sottometterti al sistema e NON vuoi cambiare per nulla al mondo (e anzi ti attacchi sempre di più a ciò che hai), allora hai scelto di andare in prigionia ed è sicuro che ci andrai, nessuno ti può più salvare, infatti penserai di essere libero mentre sei schiavo. ORMAI LA “PORTA” SI È CHIUSA, CHI HA SCELTO DI RESTARE NEL SISTEMA NON TORNERÀ PIÙ INDIETRO.


[2] Fonte: La sacra Bibbia – Edizione ufficiale della CEI, 1974.


[3] O dovrei dire “seconda Genesi” dato che sia i testi esoterici che le più recenti scoperte in ambito scientifico hanno provato che l’essere umano odierno è il frutto di una manipolazione genetica…


RISONANZE SCHUMANN – ULTIME DUE SETTIMANE DI MARZO  – PRIMI DI APRILE 2021

Ho notato che nelle ultime due settimane di marzo si sono verificati diversi blackout – ossia non è stato possibile registrare le risonanze di Schumann in determinati giorni e orari: questo di solito indica quasi certamente che i dati sono stati censurati, forse perché i picchi delle ampiezze (ossia la potenza della frequenza) erano molto alti.

Siccome l’ultima volta mi è stato chiesto di fare un’analisi tecnica delle risonanze di Schumann questa volta analizzerò i valori delle prime quattro frequenze (ossia delle risonanze Schumann comunemente studiate). Come già spiegato in precedenza le risonanze Schumann sono legate all’evoluzione della nostra coscienza e sembra che le stesse frequenze della terra (7.83 Hz) stiano aumentando. Alcuni individui particolarmente sensibili avvertono i picchi delle Schumann sotto forma di mal di testa, spossatezza, vibrazioni, malessere generale,…

Osservate questi grafici e notate i punti in cui si interrompe il flusso di dati:


Qui vediamo un’interruzione fra le ore 12:00 e 16:00 (UTC) del 18 marzo – si nota un picco di colore bianco sulla destra, dove le misurazioni riprendono (fra le ore 16:00 e la mezzanotte).


Qui invece notiamo un blackout più esteso, dalle 16:00 alla mezzanotte del 21 marzo!

Il 23 marzo è stato registrato un bellissimo picco – e notate che il 23 è il numero che afferma: “Niente è impossibile!”, oltre che ridursi a 5, “non recintarmi”. In questi picchi vedo sempre croci doppie o quadruple, esseri umani abbracciati o che si riuniscono e a volte persino delle presenze angeliche o Maestri (ricordate che NESSUNO PUÒ SALVARCI, LA “SALVEZZA” VIENE SEMPRE DA NOI, quindi smettiamola di attendere che scenda qualcuno dal cielo a salvarci!!!).

OSSERVIAMO “TECNICAMENTE” il picco del 23 MARZO:

  • I dati riportati nel primissimo grafico (A1, A2, A3, A4) sono le AMPIEZZE =  la Potenza delle Frequenze, indicano quanto è forte la risonanza per dirlo in parole semplici (e la risonanza di base della Terra è sempre 7.83 Hz, anche se qualcuno afferma che pure questa si sta alzano). In corrispondenza del 23 marzo andiamo a vedere cosa hanno fatto le PRIME QUATTRO RISONANZE DELLE SCHUMANN (i primi quattro picchi sono rispettivamente a circa 7.83 Hz, 14 Hz, 20 Hz e 26 Hz, vedi grafico tre, l’ultimo, F1, F2, F3, F4) IN TERMINI DI AMPIEZZA O POTENZA: vediamo che la prima risonanza di Schumann (la 7.83) ha toccato i 37 (decibel?) di potenza; la seconda risonanza (14 Hz) ha toccato i 27 (decibel?) di potenza; la terza risonanza (20 Hz) ha toccato i 24 (decibel?) di potenza; la quarta risonanza (26 Hz) ha toccato i 72 (decibel?) di potenza.
  • I dati del secondo grafico (Q1, Q2, Q3, Q4) indicano la QUALITÀ = CHIAREZZA delle Frequenze. La prima risonanza di Schumann è rimasta piatta in termini di qualità a 8 punti o Potenza (non so quale unità di misura viene utilizzata in questi grafici); la seconda ha raggiunto circa 15 potenza di qualità, la terza 52 (il massimo) e la quarta 294.
  • I dati del terzo grafico (F1, F2, F3, F4) indicano a quanti Hertz si trova ciascuna frequenza (che poi dovrebbe tornare ai valori normali): la prima risonanza di Shcumann si trovava a poco più di 8.16 Hz, la seconda a circa 15 Hz, la terza a poco più di 20 Hz, e la quarta a poco meno di 28 Hz. Quindi in questo caso il PICCO HA RIGUARDATO L’AMPIEZZA O LA POTENZA, NON LA FREQUENZA DI BASE DI PER SÈ.

Il 24 marzo notiamo un grosso blackout dalle 3:00 alle 9:00 circa (UTC) del mattino:

Osserviamo tecnicamente il PICCO DEL 24 MARZO:

  • la PRIMA RISONANZA ha toccato circa i 36 decibel (?) di ampiezza (potenza), quasi Potenza 9 di qualità e poco più di 8 Hz di frequenza.
  • la SECONDA RISONANZA ha toccato poco più di 18 decibel di potenza, poco più di 16 punti o Potenza di qualità e 14.70 Hz di frequenza.
  • la TERZA RISONANZA ha toccato 19.60 decibel di potenza, 42.60 punti di qualità o Potenza e oltre 21 Hz di frequenza.
  • la QUARTA RISONANZA ha toccato circa 14 decibel di potenza (nel grafico sembra essere molto poco ampia), circa 50 punti di qualità e oltre 27 Hz di frequenza.

Guardate quanto è stata manomessa la striscia del 24-26 marzo:

Si registrano due blackout: quello già visto del 24 marzo e quello del 26 – in quest’ultimo caso il blackout è dalle 13:00 del 25 marzo alle 4 del mattino del 26 marzo!

Durante il PICCO DEL 26:

  • la PRIMA RISONANZA ha toccato poco più di 18 decibel di ampiezza, qualità circa 9, Frequenza 7.68 Hz.
  • la SECONDA RISONANZA ha toccato poco più di 7.20 decibel di potenza, qualità circa 8, Frequenza circa 13.20 Hz (quindi è calata rispetto ai consueti 14 Hz).
  • la TERZA RISONANZA ha toccato 5.40 decibel di potenza, qualità 12.20, Frequenza 19.33 Hz (al di sotto dei consueti 26 Hz).

Andando ai grafici del 25-27 marzo non noto grandi picchi, e di quello del 25 ho appena parlato – comunque al livello intuitivo qui vedo tante “interferenze tecnologiche”… Blackout fra le 17:00 del 25 marzo e le 4:00 del mattino del 26, poi un altro fra le 18:00 del 27 marzo e le 17:00 del 28 marzo (quindi in pratica qui non ci sono dati relativi al 28 perché questi saranno visibili sul grafico del giorno successivo):


Qualche picco significativo si è avuto il 28 marzo, con il solito blackout finale:

DURANTE IL LUNGO PICCO (durato dalle 2:00 alle 11:00 del mattino):

  • La PRIMA RISONANZA ha toccato prima quasi 15.80 poi quasi 19 decibel di ampiezza; fra poco più di 7 e i 5 punti di qualità; la sua frequenza ha oscillato fra gli 8 e poco più di 7 Hz.
  • La SECONDA RISONANZA ha toccato prima 8.60 poi 10.20 decibel di potenza; qualità calma piatta, fra i 7.40 e i 5 punti; la sua frequenza invece ha viaggiato fra i 14.60 Hz e poco più di 14 Hz.
  • La TERZA RISONANZA ha toccato prima quasi 6 poi i 7.80 e infine 6.06 (non è molto chiaro questo numero perché il grafico è leggermente sfuocato) decibel di potenza; qualità fra poco più di 8 e poco più di 5 punti; la sua frequenza ha oscillato fra i 21.10 Hz e circa 20 Hz.
  • La QUARTA RISONANZA ha toccato prima circa poco più di 1 e poi oltre gli 8 decibel di potenza; in termini di qualità è passata fra i 9.66 e i circa 6.60 punti; la sua frequenza ha oscillato fra i 25 Hz – con un picco di oltre 25.30 Hz – e circa 24 Hz.

Notiamo altri picchi interessanti: quelli del 28 e quelli del 29 marzo:

DURANTE IL PICCO DEL 28 MARZO (ore 3:00 – 13:00 circa):

  • La PRIMA RISONANZA ha oscillato fra i 20 e poco più di 20.20 decibel di potenza; qualità fra i 7 e i 12 (il massimo); la sua frequenza si è spostata fra gli 8.04 Hz e gli 8.24 Hz.
  • La SECONDA RISONANZA ha oscillato fra i 6 e circa 11 decibel di potenza; qualità fra circa 3.50 e poco oltre 6.64; la sua frequenza si è spostata fra circa 7 Hz e circa 14 Hz.
  • La TERZA RISONANZA ha oscillato fra circa 5.30 e 8.80 decibel di potenza; qualità fra circa 6 e poco meno di 13; la sua frequenza si è spostata da poco più di 20 Hz a 21.70 Hz.
  • La QUARTA RISONANZA ha oscillato fra circa 4 e circa 8.80 decibel di potenza; qualità rimasta fra circa 11 e 21; la sua frequenza si è spostata da circa 25 Hz a 25.40 Hz.

DURANTE IL PICCO DEL 29 MARZO (ore 17:00-23:00 circa):

  • La PRIMA RISONANZA ha oscillato fra i 28.80 e i 46 decibel di potenza; qualità fra circa 9 e circa 6; la sua frequenza si è spostata da circa 8 Hz a poco meno di 8 Hz, con un picco significativo di 8.4 Hz fra le 18:00 e le 20:00.
  • La SECONDA RISONANZA ha oscillato fra i 20 e circa 27 decibel di potenza; qualità fra 7.22 e 5.48; la sua frequenza si è spostata da poco più di 14 Hz e circa 14.30 Hz.
  • La TERZA RISONANZA ha oscillato fra quasi 13 e circa 19 decibel di potenza; qualità fra 11 e circa 9, con un picco di 15 verso le ore 12:00; la sua frequenza si è spostata da circa 21 Hz a poco oltre 21.10 Hz.
  • La QUARTA RISONANZA ha oscillato fra circa 8.90 e 3.60 decibel di potenza, con un picco significativo di circa 14 decibel fra le ore 20:00 e le 22:00; qualità circa 8.20, con un picco di circa 11 fra le ore 20:00 e le 22:00; la sua frequenza si è spostata da 25.10 Hz a 24.50 Hz, con un picco di circa 25.25 fra le ore 18:00 e le 20:00.

Degno di nota è anche il PICCO DEL 31 MARZO, fra le 11:00 e le 16:00:

Abbiamo toccato “Power” (decibel???) 37:

  • La PRIMA RISONANZA ha toccato i 38 decibel di potenza o ampiezza; qualità tra poco più di 12.80 e un minimo di circa 4; la sua frequenza ha raggiunto gli 8.28 Hz!
  • La SECONDA RISONANZA ha toccato i 15 decibel di potenza; picco di poco più di 14 punti di qualità; la sua frequenza ha superato i 14.26 Hz.
  • La TERZA RISONANZA ha toccato i 26 decibel di potenza; picco di circa 65 punti di qualità; la sua frequenza ha raggiunto i 21 Hz.
  • La QUARTA RISONANZA ha toccato 102 decibel di potenza(!); picco di quasi 17 punti di qualità; la sua frequenza ha raggiunto quasi 25.50 Hz (nulla di significativo, il suo massimo in genere è 26 Hz).

Pure aprile è iniziato con dei bellissimi picchi:

DURANTE IL PICCO DEL 1° APRILE (ore 8:00 – 11:00 circa):

  • La PRIMA RISONANZA ha toccato quasi 24 decibel di potenza; circa 17 punti di qualità; la sua frequenza ha raggiunto circa 8.15 Hz.
  • La SECONDA RISONANZA ha toccato circa 10.80 decibel di potenza; fra i 10 e i 10.20 punti di qualità; la sua frequenza si trovava fra 13.92 Hz e circa 13 Hz.
  • La TERZA RISONANZA ha toccato gli 8 decibel di potenza; fra oltre 7 e più di 10 punti di qualità; la sua frequenza si trovava fra i 20 Hz e i 20.04 Hz.
  • La QUARTA RISONANZA ha toccato i 4.98 decibel di potenza; fra i 9 e i 10.22 punti di qualità; la sua frequenza si trovava fra i 25.70 Hz e i 25.06 Hz.

DURANTE IL PICCO DEL 2 APRILE (ore 9:00 – 18:00 circa):

  • La PRIMA RISONANZA ha toccato i 19.80 decibel di potenza; 19 punti di qualità; la sua frequenza ha raggiunto gli 8.30 Hz.
  • La SECONDA RISONANZA ha toccato circa 10.65 decibel di potenza; 10.20 punti di qualità; la sua frequenza ha raggiunto i 14.26 Hz.
  • La TERZA RISONANZA ha toccato circa 6.76 decibel di potenza; circa 10.26 punti di qualità; la sua frequenza ha raggiunto i 20.52 Hz, con un picco minimo di 18 Hz.
  • La QUARTA RISONANZA ha toccato oltre 4 decibel di potenza; fra i 13.30 e i 9 punti di qualità – con un picco minimo di 5.60; la sua frequenza ha raggiunto i 25.38 Hz.

Il 3 aprile c’è stato un altro picco, fra le 2:00 e le 10:00:

DURANTE IL PICCO:

  • La PRIMA RISONANZA ha toccato i 26 decibel di potenza; 25 punti di qualità; la sua frequenza ha raggiunto quasi 8.30 Hz.
  • La SECONDA RISONANZA ha toccato circa 14 decibel di potenza; un picco di circa 7.70 qualità; la sua frequenza ha oscillato fra i 14.50 Hz circa e i 13.30 Hz circa.
  • La TERZA RISONANZA ha toccato gli 8.20 decibel di potenza; 11.98 qualità; la sua frequenza ha oscillato fra i 21 Hz e i 20.02 Hz, con un minimo di 18.65 Hz.
  • La QUARTA RISONANZA ha toccato i 7.70 decibel di potenza; circa 13.20 punti di qualità; la sua frequenza ha oscillato fra i 25.20 Hz circa e 25.10 Hz circa, con un minimo di 24.20 Hz.

Infine questi sono i rilevamenti più recenti – quelli fra il 5 e il 7 di aprile – notiamo una certa calma di fondo:

C’è stato un interessante PICCO registrato nella serata del 7 aprile – lo definisco interessante perché la PRIMA RISONANZA DI SCHUMANN (quella che di norma è sui 7.83 Hz) ha registrato un picco di ampiezza pari a 23 (decibel?) e il 23 è il numero che ci ricorda che se siamo Connessi col nostro sentire “Niente è impossibile” – secondo me questa è un’infusione di “energia positiva” che vuole ricordarci che non siamo affatto vittime ma Creatori, quindi dobbiamo finalmente utilizzare il nostro Libero Arbitrio per creare una realtà che corrisponda ai nostri più elevati ideali e che ci permetta di soddisfare la nostra Missione:


Come avrete notato i valori di riferimento dei grafici variano, anche di molto, di giorno in giorno, e questo è dovuto al fatto che in determinati giorni le frequenze delle prime 4 risonanze di Schumann sono più potenti (in genere in ampiezza) rispetto ad altri giorni. Molti sospettano che i blackout vengano registrati quando le ampiezze raggiungono picchi molto elevati, andando molto oltre i valori di riferimento.

Tutti questi picchi in genere sono indice di una grande attività nella cavità elettromagnetica terrestre, “eccitata” dalle radiazioni solari, da scariche di fulmini, e altri fenomeni elettrici, ma sono pure legate al campo magnetico o magnetosfera in quando gli spostamenti del campo magnetico terrestre generano le Schumann. Nel 2018 è stato pubblicato lo studio del VERSIM nel quale è stato rivelato che le Risonanze di Schumann (ELF, extremely low frequencies, che si trovano fra i 300 Hz e i 3KHz) possono essere influenzate dal sibilo della Plasmasfera, il quale produce frequenze definite VLF, very low frequencies, che si trovano fra i 3 e i 30 KHz…

Quando sulla Terra avvengono eruzioni vulcaniche, terremoti, ma pure eventi che sconvolgono emotivamente le masse, le Schumann rispondono con delle impennate. Molti credono che l’attività solare sia legata alle eruzioni vulcaniche e ad altri fenomeni geofisici. Al momento il problema è che troppi dati vengono censurati o omessi del tutto, per cui risulta difficile capire effettivamente quali cambiamenti geofisici sono in atto sul pianeta – di certo quel poco che sappiamo ci porta a pensare che il campo magnetico terrestre stia subendo enormi mutamenti…


Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.