I 7 Archetipi o Ruoli principali

Scelte pre-incarnazione

d6f52f581ea2e3b9bfa6896994bd8c79--dream-meanings-josephine-wallPrima di incarnarci, ciascuno di noi sceglie in grandi linee in quale tipo di corpo e di personalità desidera risiedere, e anche in quale tipo di famiglia nascere…si stila una sorta di Progetto Pre-Incarnazione! Questo non vuol dire che l’Anima, una volta incarnata, ha un percorso ben definito e quindi non è libera di prendere le sue scelte, ma questo vuol dire che la nostra vita e il nostro Destino sono frutto dell’unione di un progetto di vita steso tra un’incarnazione e l’altra, ma anche di decisioni guidate dall’esperienza di vita stessa sul Pianeta. Molti di noi prendono decisioni basandosi sulle preferenze nate da contrasti quotidiani, ma, allo stesso tempo, ci sentiamo spesso “guidati” a fare una certa cosa o a conoscere determinate persone. Un esempio è la persona che, dopo avere avuto un potente Risveglio Spirituale, si ritrova dopo qualche tempo a canalizzare un’entità (che spesso è un’espressione della persona stessa che risiede su una dimensione più “elevata”) e poi a condividere il suo dono con altre persone. Si dice che molte Anime incarnate che si stanno risvegliando siano state “codificate” prima della nascita fisica in modo che ad un certo punto della loro incarnazione si sarebbero risvegliate alla propria Luce Divina. Se stai leggendo queste parole, molto probabilmente sai a cosa mi sto riferendo: il motivo per il quale sei qui è perché ti sei risvegliato dall’Illusione e senti di star soddisfaccendo un qualche Scopo di Vita!

I 7 Ruoli o Archetipi che assumiamo in ciascuna incarnazione

Ognuno di noi è Unico e Irripetibile, perché è il frutto dell’espressione dell’Anima individualizzata, dell’insieme delle credenze, scelte, codici genetici e karma della famiglia umana all’interno della quale ha deciso di incarnarsi, dell’educazione ricevuta in infanzia, delle esperienze (positive e negative) vissute in questa vita fino al momento corrente, e di esperienze su altri Piani di Esistenza. Inoltre, ciascuno di noi sceglie di incarnare un Ruolo particolare in ciascuna esperienza terrena. Possiamo essere il frutto dell’unione di due ruoli allo stesso tempo, che vengono poi arricchiti da tutte le peculiarità della nostra Anima e della personalità fisica che assumiamo. Secondo gli Insegnamenti di Michael (Michael Teachings), esistono 7 ruoli principali:

  1. Il Servitore: ha un desiderio innato di servire l’umanità, e, per questo motivo, prova felicità solo quando è di qualche utilità al bene collettivo. Questa personalità è direttamente in contatto con le difficoltà dell’umanità intera, e, se non equilibra questo suo aspetto, rischia di sentirsi sopraffatto dalla sofferenza del mondo. Nel corso dei secoli questo tipo di persone sono state quasi sempre imprigionate o ridotte in condizioni di totale asservimento. Madre Teresa è l’icona positiva di questa personalità. Tratti negativi: può sviluppare risentimento e quindi sentirsi frustrato, martirizzato, schiavizzato, e quindi può diventare manipolatorio, stakanovista, tendere al sacrificio di sé, sviluppare la sindrome del vittimismo.
  2. Il Prete. Sente di avere la missione di salvare il mondo e quindi desidera creare un’esitenza più felice per tutti. Si preoccupa della morale, dei valori, dell’etica e fornisce un modello positivo per le masse. Il prete prova una grande empatia per la sofferenza mentale ed emotiva delle anime in pena e, per questo motivo, cerca di guidarle a ritrovare la Luce. Questa personalità agisce come Portatore di Luce per elevare le persone da una condizione di forte sofferenza fisica e mentale e per instillare in loro l’importanza della morale e della virtù. L’obiettivo ultimo è quello di elevare le vibrazioni della coscienza collettiva. Il Dalai Lama e Ghandi sono due esempi molto positivi di questa personalità. Tratti negativi: evangelismo, voglia di convertire tutti a tutti i costi, fanatismo religioso, irrazionale, divenire accecati dalla propria fede, privarsi della facoltà del pensiero libero e affidarsi alla religione, divenire zelanti.
  3. L’Artigiano. Personalità dinamica, creativa, innovativa, è sempre all ricerca di qualcosa di nuovo che nessuno ha mai realizzato, vuole creare a tutti i costi qualcosa di unico, raro e prezioso. Questo tipo di persona reinventa se stessa in continuazione perché desidera ardentemente distinguersi dalla massa. Non tutte le persone con il tratto dell’Artigiano sono artisti. Bill Gates è un esempio di questa personalità. Tratti negativi: può diventare perfido e crudele nel tentativo di distinguersi e creare qualcosa di unico o per arrivare al suo scopo.
  4. Il Saggio. E’ un comunicatore eccellente, oltre ad essere un bravissimo cantastorie, perché si esprime con savoir-faire, senso dell’umorismo, ricercatezza, affabilità evintage-portraits-of-american-actresses-1920s-1940s-07 originalità. Al contrario dell’Artigiano, l’espressione di questo tipo di persona è spesso intangibile, perché verte sull’apparenza e sull’effetto prodotto dalle proprie azioni. In genere il Saggio è sempre sotto i riflettori, infatti molti attori o personaggi famosi incarnano almeno una parte di questo tratto. Può essere anche un ballerino, un insegnante, un oratore, un cantante, uno scrittore o poeta. Durante il Medio-Evo molti Saggi erano cantastorie, troubadours o batteristi nomadi. Barbara Streisand può essere un esempio di questa personalità. Tratti negativi: ingannatore, vuole stare sempre al centro dell’attenzione, è sempre la prima donna, egocentrico, adora fare gossip, monopolizza la conversazione, invadente (non rispetta la privacy altrui), confusionario, si sente la persona più importante del mondo, non si fa scrupolo di annoiare o di vessare gli altri raccontando aneddoti personali o tenendo conto solo del suo punto di vista, può mancare di gusto in tutti i sensi.
  5. Il Guerriero. Adora le sfide, l’avventura, stare all’aria aperta, e qualsiasi opportunità per mostrare il proprio valore. Questa personalità è sempre molto attiva e finirà il lavoro assegnato in men che non si dica, andando fino in fondo. Questo ruolo non è strettamente associato alla guerra o all’essere un soldato, anche se molti soldati famosi hanno incarnato questo archetipo. Queste persone sono leader nati, in quanto sanno bene come motivare e spronare gli altri a seguire i loro ideali. Sono loro che fungono da motore dietro a progetti di gruppo e spingono i loro compagni a fare di più. Sono grandi lavoratori e pretendono molto da loro stessi, aspettandosi altrettando dagli altri. Il Generale George S. Patton può essere un esempio di questa personalità. Tratti negativi: diretto, privo di tatto, si atteggia a capo e sottomette gli altri, evasivo, subdolo, testa calda (si arrabbia per un niente), intimidatorio, di visioni ristrette, insistente ed invadente, cerca sempre il conflitto e la lotta, sospettoso, violento e non perdona mai nessuno.
  6. Il Re. E’ un ruolo di azione, che adora esercitare il proprio potere su si sé e sugli altri, il re si sente realizzato solo quando riveste una posizione di rilievo e di1340882702_queens-85 autorità dalla quale può controllare e comandare gli altri. Vuole essere riconosciuto come la suprema autorità, avendo sotto controllo l’intera situazione e avendo potere su tutti e su tutto. Un esempio di questa personalità può essere la Regina Elisabetta I. Tratti negativi: arrogante, adora avere il controllo della situazione, pretende tanto da tutti, stravagante e bizzarro, snob, senza cuore, inflessibile, intollerante, prepotente, spietato, tirannico, sospettoso.
  7. Lo Studioso. Personalità curiosa, riflessiva, oggettiva, è alla costante ricerca della Verità, è assetato di sapere e di conoscenza. Queste persone sono perenni studenti59 della vita, perché vogliono sempre sapere di più. In genere sono scienziati, ricercatori, archivisti, storici. Sono metaforicamente la Testa dell’Umanità, il Cervello che accumula il sapere e la storia delle civiltà antiche e quindi le conoscenze utili per fare evolvere l’umanità. Albert Einstein è un grande esempio di questa personalità. Tratti negativi: troppo astratto (non pragmatico), arrogante, supponente, noioso, incurante, troppo intellettuale, prepotente, passivo, pontificatore, eremita, lento ed estremamente teorico.