“BIRDS BEFORE LANDING” (uccelli prima dell’atterraggio) – SEGNALI che la manifestazione è in arrivo | Legge dell’Assunzione – Florence Scovel Shinn

Questo articolo è la mia traduzione dell’estratto di The Game of Life and How to Play It (Il gioco della vita e come giocarlo), di Florence Scovel Shinn (anno 1925), pubblicato sul sito web sacred-texts.com.

FLORENCE SCOVEL SHINN (1871-1940) era un’artista e un’insegnante di metafisica che viveva a New York durante la prima parte del XX secolo. I suoi libri di auto-aiuto sono molto brevi ma incredibilmente potenti, poiché ci spiega come fare per condurre una vita prospera, felice e rimanere sempre in salute.[1] I suoi insegnamenti in parte assomigliano a quelli di Neville Goddard, tuttavia nel contesto della legge dell’assunzione Florence viene menzionata solo quando si parla dei segnali che notiamo quando la nostra manifestazione è vicina.

Tutti gli scrittori di self-help, gli insegnanti di metafisica e persino i vari channeler che sono venuti dopo di Abdullah, Florence Scovel Shinn, Neville Goddard e Jospeh Murphy – quelli che sono apparsi dagli anni ’70 in poi, per capirci – non hanno fatto altro che rielaborare gli insegnamenti originari, tagliare diverse parti ed aggiungere qualche nuovo concetto qua e là, così come è accaduto con la Teosofia di Madame Blavatsky.


Inevitabilmente, prima di ogni manifestazione, arrivano “segnali di terra”.

Prima che Colombo raggiungesse l’America, egli vide uccelli e frasche, i quali gli permisero di capire che si stava avvicinando alla terraferma. Lo stesso accade poco prima che avvenga una manifestazione, tuttavia spesso gli studenti scambiano i “segnali di terra” per la manifestazione stessa, e così rimangono delusi.

Ad esempio, una donna aveva espresso l’intenzione di ricevere un nuovo servizio di piatti. Non molto tempo dopo, un’amica le diede un piatto vecchio e scheggiato. Allora venne da me [Florence Scovel Shinn, N.d.T.] e disse: “Io avevo chiesto un servizio di piatti nuovo, e tutto ciò che ho ricevuto è stato un piatto scheggiato!”. Io le risposi così: “Il piatto scheggiato era solo il “segnale di terra” e serviva ad avvertirti che i tuoi piatti stanno arrivando – guardali quindi come se fossero uccelli e alghe” [intende: “Fai come Colombo quando interpretò ciò che vedeva come il segnale che era vicino alla terraferma”, N.d.T.], e non molto tempo dopo il nuovo servizio di piatti arrivò veramente.

Il fatto di “convincersi che le cose siano come vogliamo noi” si imprime nel subconscio. Se uno si convince di essere ricco e di avere successo, al momento giusto raccoglierà il frutto di questi pensieri.

I bambini lo fanno continuamente,

“In verità vi dico: se non cambiate e non diventate come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli.”

– Matteo 18,3 Nuova Riveduta.

Un altro esempio: so di una donna che era davvero molto povera, tuttavia nessuno riusciva a farla sentire povera. Ricevette una piccola somma di denaro dai suoi amici ricchi, i quali le ricordavano costantemente che era povera, e che quindi doveva prestare attenzione a come spendeva i soldi. Ma, indipendentemente dai loro ammonimenti, la donna, lasciandosi prendere dall’entusiasmo di aver ricevuto dei soldi, li spendeva tutti per comprarsi un nuovo cappello o per fare un regalo a qualcuno. I suoi pensieri erano sempre diretti verso vestiti bellissimi, gioielli e altri oggetti di lusso, seppure senza mai provare invidia per la ricchezza altrui.[2] Mentalmente viveva nel lusso e questa era l’unica cosa che contava per lei. Poco tempo dopo sposò un uomo ricco, e così per lei la vita di lusso che si era creata mentalmente divenne realtà. Francamente io [è Florence che parla, N.d.T.] non so se il marito fosse il mezzo attraverso il quale la donna dovesse manifestare tale ricchezza, l’unica cosa certa è che doveva per forza manifestare una vita di lusso, poiché era ciò su cui si focalizzava quotidianamente.

Non ci potrà mai essere pace o felicità per l’essere umano fino a che non avrà eliminato ogni traccia di paura dalla sua mente subconscia.

La paura è energia male indirizzata, e quindi deve essere reindirizzata o trasmutata in Fede.[3]

Gesù gli disse: «Dici: “Se puoi!” Ogni cosa è possibile per chi crede»

– Marco 9:23.

I miei studenti mi chiedono spesso: “Come posso liberarmi della paura?”. Io rispondo: “Andando verso ciò che ti spaventa”.

Il leone trae forza dalla tua paura, ma tu cammina sicuro di te verso il leone, e questi sparirà immediatamente; al contrario se ti metti a correre ti inseguirà.

Ho dimostrato nei capitoli precedenti come il “leone della carenza” sparì non appena l’individuo si mise a spendere il suo denaro senza paura, mostrando così che il Divino è la sua fonte di ricchezza, e che quindi non potrà mai fallire.


[1] Tratto da: http://florencescovelshinn.wwwhubs.com/.


[2] Joseph Murphy ne Il Potere del Subconscio ammonisce dal provare invidia e criticare aspramente chi è più ricco di noi, proprio perché l’invidia è la manifestazione della convinzione di non meritare il successo.


[3] In questo contesto fede non significa altro che la certezza che deriva dall’aver compreso che la realtà esterna è la proiezione delle nostre convinzioni consce e inconsce.


Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.