Il risveglio della coscienza – la fisica organica di Giuliana Conforto

Tutti noi siamo stati educati a vedere la vita e l’Universo in un certo modo. Sin dalle elementari ci vengono fatte studiare teorie che spiegherebbero come è fatto il nostro Pianeta e l’Universo in cui siamo immersi. Tutti noi associamo l’immagine della Terra con quella di una palla piena che ruota su se stessa e intorno al Sole, praticamente sospesa nel vuoto. E crediamo fermamente nell’idea che tutti i pianeti siano delle palle piene che ruotano su se stesse. Inoltre, crediamo a ciò che ci viene detto riguardo il Sole e la Luna. Queste sono tutte credenze che la scienza ufficiale e le istituzioni presentano come “certe”, “vere” e quindi devono essere unanimamente accettate. Chi presenta teorie rivoluzionarie o in qualche modo “diverse” viene emarginato o persino aggredito. Oggi siamo nel bel mezzo di un’evoluzione epocale (la rivelazione) che sta mettendo sottosopra tutte le teorie che fino ad ora abbiamo ritenuto “certe” perché promulgate dalle istituzioni, la nostra “autorità”…

L’astrofisica e docente di meccanica classica e quantistica Giuliana Conforto propone una delle tesi più affascinanti e rivoluzionarie che io abbia mai incontrato fino ad ora. La sua visione supera di molto quella della celebre fisica quantistica, e infatti la Conforto ha fondato la FISICA ORGANICA, la quale è: “incentrata sulla relazione tra l’uomo e gli infiniti universi. […] L’ipotesi di base è il significato della Vita: il Messaggio, che unisce e anima infiniti universi, è quello di cui parlano i Vangeli, lo stesso che saggi e poeti cantano come Amore e che oggi i fisici chiamano Elettrodebole.” (fonte: http://www.giulianaconforto.it/?p=258). Il METODO utilizzato dalla fisica organica è la COGNIZIONE DIRETTA, ovvero: “[…] conoscere senza sapere. Il metodo è la versione moderna dell’Arte della Memoria, usata sin dall’antichità in Egitto, Grecia e Roma, rifiorita poi nel Rinascimento e non solo… è congiunto con un’energia di alta qualità, unita all’intensità crescente della Forza…Il metodo è un allenamento, utile alla propria evoluzione genetica solo per chi vuole evolvere con sincerità e passione. Serve a chi cerca la verità dentro di sè, non si ferma al fantastico, alla New Age o tanto meno al proprio passato. Il metodo è per chi vuole diventare protagonista di un nuovo mondo, operare per il benessere individuale e collettivo; non è facile, ma possibile per chi è innamorato della Vita, vuole essere cosciente di sé e non vuole limitarsi ad avere conoscenza…Come una musica o un sapore, il metodo è indescrivibile a parole, ma può essere assaporato ed applicato; attiva la memoria delle proprie origini nel passato e la coscienza di sé, del proprio progetto per il futuro…[…]” (fonte: http://www.giulianaconforto.it/?p=258).

In questo articolo mi occuperò di presentare brevemente alcune delle teorie proposte da Giuliana Conforto. Per chi fosse interessato ad approfondire questi argomenti, rimando alla bibliografia e sitografia in fondo a questa pagina.

La magnetosfera terrestre, ovvero la “mela” o fasce di Van Allen* – creatrice di illusioni, e il mito della caverna di Platone

Tutti noi abbiamo sentito parlare della magnetosfera terrestre. Ci è stato detto che questa sarebbe uno scudo protettivo in grado di deflettere le radizioni cosmiche provenienti dal Sole…

Giuliana Conforto spiega invece che la MAGNETOSFERA TERRESTRE è come una gigante sala con schermi al plasma e specchi curvi che possono moltiplicare, distorcere e ampliare gli ologrammi. Inoltre, la MAGNETOSFERA ha la forma di una “mela”, e

fasce van allen

Le fasce di Van Allen, ovvero la “mela” che circonda il nostro Pianeta. La fascia esterna (outer belt) è composta di elettroni (carica negativa), mentre quella interna (inner belt) è composta di protoni (carica positiva).

il “peccato originale” a cui si allude nella Genesi, ovvero la “caduta” dell’uomo, la “mela mangiata da Eva” potrebbe proprio riferirsi all’illusione creata dalla magnetosfera terrestre alla quale tutti noi abbiamo deciso di credere… Quindi noi mangiamo la “mela” ovvero crediamo in una realtà illusoria, siamo convinti di essere su un pianeta a forma sferica che ruota intorno ad un Sole, e che è come sospeso nel vuoto, e quindi carente di risorse… Eppure qui si genera, anzi si autorigenera continuamente la vita, perciò come può essere un luogo in cui le risorse scarseggiano? E’ forse la nostra visione distorta della vita a farci vivere l’Inferno sulla Terra? Quindi la nostra “caduta” è credere in questa illusione? “La Cacciata dal Paradiso è la separazione tra il cielo e la terra, tra osservatore e osservato, mente e corpo di uno stesso individuo e, soprattutto, tra energia e tempo. Questa ultima separazione ha avvalorato la sindrome della scarsità che ci affligge […]” (fonte: https://olivieromannucci.blogspot.com/2012/08/giuliana-conforto-gli-inganni.html).

In altre parole il “CIELO“, lo spazio che avvolge il sistema solare,

van allen belts 2

Un’altra rappresentazione delle fasce di Van Allen.

spiega la Conforto, è una BIG APPLE, una SALA PIENA DI SCHERMI E DI SPECCHI CHE CAMBIA SE LA POSIZIONE DELL’OSSERVATORE CAMBIA. La mela è quindi un’ILLUSIONE OTTICA. La scienza ufficiale infatti riesce ad osservare appena il 5% o anche meno del tutto, perché in realtà, spiega la Conforto, solo il 4% della materia normale compone l’universo osservabile, mentre il 22% è materia oscura e ben il 74% è energia oscura. Il nostro cervello è composto sì di materia grigia (la mente minore (ir)razionale), ma la materia bianca (mente superiore, sede della coscienza) è la porzione più cospicua del nostro cervello, ed è quella che utilizzavano tutti i grandi geni della storia…La RIVELAZIONE o APOCALISSE sarebbe quindi la liberazione e il tramonto di un credo nel “Dio” tempo e nel “Dio” denaro che ha oppresso l’umanità per millenni, grazie all’illusione della “mela”. Perciò il fatto che la magnetosfera terrestre si sta assottigliando, o meglio sta sparendo, non è una minaccia all’umanità né è da ricondurre esclusivamente all’inquinamento provocato dagli esseri umani, ma è piuttosto la liberazione da una falsa verità. Ciò non toglie che l’essere umano debba imparare a produrre energia senza combustibili tossici, e debba quindi smettere di inquinare la Madre Terra.

Per cui la magnetosfera terrestre, che la scienza ufficiale e le istituizioni tanto si preoccupano di salvaguardare, non ci protegge affatto dai raggi cosmici, ma ci fa vedere una realtà illusoria. Platone racconta nel mito della caverna di esseri umani incatenati in una grotta che possono vedere solamente l’ombra di una realtà molto più ampia…esattamente la condizione umana negli ultimi 5 o 6.000 anni:

Platone ci racconta che un gruppo di uomini fu condannato alla nascita a rimanere incatenato nelle profondità di una grotta. Non riuscirono mai ad uscire da essa, e neppure ebbero la capacità di guardare al passato e capire l’origine delle catene o vedere cosa succedeva dietro di loro, fuori dalla caverna.

Pertanto, guardavano solo le pareti della caverna. Ogni tanto, davanti all’ingresso della caverna passavano altre persone e animali. Gli uomini incatenati potevano solo vedere le loro ombre e sentire gli echi, che venivano proiettati sulle pareti della caverna.

I prigionieri percepivano queste ombre e gli davano dei nomi, credendo di percepire cose reali, poiché non erano consapevoli che si trattava solo di proiezioni della realtà. Tuttavia, un bel giorno, uno dei prigionieri viene liberato. Questo esce alla luce, ma il sole lo acceca, scopre che tutto ciò che lo circonda è caotico dal momento che non riesce a dargli un significato.

Quando gli spiegano che le cose che vede sono reali e che le ombre sono solo riflessi, non può crederci. Finalmente si adatta e decide di tornare alla caverna per raccontare al resto dei prigionieri la sua fantastica scoperta.

Tuttavia, abituato alla luce del sole, i suoi occhi hanno ora difficoltà a distinguere le ombre nel buio, così il resto degli uomini incatenati credono che il viaggio all’esterno lo abbia reso stupido e cieco. Pertanto, non gli credono e si oppongono ad essere liberati, ricorrendo anche alla violenza. (fonte: https://angolopsicologia.com/mito-caverna-platone/)

Perciò, come afferma Giuliana Conforto, se il CIELO VISIBILE AGLI OCCHI E AGLI STRUMENTI E’ UNO SCHERMO CHE NASCONDE GLI INFINITI UNIVERSI, questo nasconde anche gli INTERSPAZI, zone a campo magnetico nullo, ovvero senza tempo, che si trovano in prossimità della superficie terrestre, dove si teorizza possano esistere esseri incapaci di amare la vita e di sentire le emozioni, che hanno preso il controllo dell’umanità (Governo Ombra – vedi il libro Baby Sun Revelation di Giuliana Conforto, Noesis, 2013). E quindi sarebbero forse gli esseri tanto idolatrati dagli umani, gli Dèi dei tempi antichi; gli dèi e quindi le idee illusiorie che hanno distorto la nostra percezione? Coloro che comandano i pochi “potenti” sulla Terra? Ma questi esseri ormai hanno perso il loro potere e continuare a fomentare l’idea che esista un governo ombra (che ormai è allo sfacelo) e creare il panico in Internet non serve più a nulla…occorre invece focalizzarsi sul creare qualcosa di nuovo e soprattutto qualcosa di veramente Bello, bello come la Natura.

Inoltre, con la magnetosfera che scompare l’essere umano vedrà che il sistema solare, ma anche il sole, la luna e le stelle, non sono palle piene come credeva, e che esistono altre forme di vita intelligenti…perché no, in questo stesso sistema solare.

Il Dio tempo e il Dio Denaro

Giuliana Conforto spiega che il culto del tempo e del denaro a lui connesso sono sorti

father time

Father Time, dipinto di Lina Basile

circa 6.000 anni fa con l’istituzione dell’usura. La mente meccanica (materia grigia) crede che questa sia la normalità, che è sempre stato così sin dall’inizio dei tempi e che sempre sarà così. Eppure, se osserviamo la natura, ci accorgiamo che siamo gli unici ad aver ideato un tempo lineare uguale per tutti e ad utilizzare il denaro per procurarci da vivere, quando invece la natura è abbondante e non ha bisogno né di denaro né di combustibili come il petrolio (lo scarto della Terra, le sue feci) per ruotare, quindi creare vita e rigenerarsi. Quindi, prosegue la Conforto: “la memoria storica è stata artefatta, quella emozionale è stata paralizzata e la memoria genetica ignorata.”

La Luna è un satellite artificiale

Giuliana Conforto spiega che, come raccontano Aristotele, Plutarco, Apollonio e Ovidio,

alien base inside the moon

Luna come satellite artificiale (intelligenza “aliena” all’interno del satellite Luna – che molto probabilmente non ha forma sferica!)

UN TEMPO LA TERRA ERA SENZA LUNA. Tale affermazione coinciderebbe con i simboli ritrovati nel cortile di una casa a Kalasasaya, vicino alla città di Tiahuanaco, in Bolivia. LA LUNA SAREBBE COMPARSA IN CIELO TRA 11.000 E 13.000 ANNI FA. La Luna sarebbe quindi un SATELLITE ARTIFICIALE posto vicino alla Terra ma non visibile dalla Terra perché si troverebbe in una zona fuori campo, dove si sono probabilmente recati gli astronauti della missione Apollo 11, il 20 luglio 1969. Quindi, se il satellite che chiamiamo Luna non è direttamente visibile dalla Terra, quella che vediamo riflessa in “cielo” (la caverna platonica illusoria) sarebbe un OLOGRAMMA, il RIFLESSO OLOGRAFICO DEL PICCOLO SATELLITE ARTIFICIALE che chiamiamo Luna.

Aristotele, nel frammento 591, scrisse che il territorio dell’Arcadia, prima di essere abitato dai greci era occupato dalla popolazione dei Pelasgi, una cultura proto-ellenica che secondo il grande filosofo esisteva prima che ci fosse una luna nel cielo; per questo motivo sono stati chiamati Proseleni. Plutarco ne Le Questioni Romane parla degli arcadi come delle persone pre-lunari. Infine, il grammatico romano Censorino allude ad un tempo passato, quando non c’era la luna nel cielo. (fonte: https://compressamente.blogspot.com/2014/01/la-luna-e-artificiale.html)

La Terra non è una palla piena…e il Sole vero non è quello che vediamo in “cielo”

plasmasfera

La Terra vista in estremo ultravioletto (EUV)

La Conforto spiega che la Terra vista in ottico ci appare come una sfera, mentre vista in estremo ultravioletto (EUV) ci appare 4 o 5 volte più grande, e non è affatto una palla…In più, il sole che vediamo in “cielo” sarebbe una proiezione del Cuore Cristallino (o Sole Nero o Sol Invictus) al centro della terra (nel nucleo) che inoltre unisce le due versioni della Terra (quella vista in ottico e quella vista in estremo ultravioletto). Da notare come la forma della vera Terra (vista in EUV) appare simile a quella

earth

La Terra vista in ottico

di un embrione… Inoltre la Terra vista in ottico ha un giorno di 24 ore,

sole al centro della terra

Il sole Cristallino o nero al centro della Terra (immagine di Giuliana Conforto)

mentre quella vista in EUV tra le 25 e le 27 ore, che si accorderebbe con i nostri cicli vitali. La Conforto spiega poi che la Terra non è composta di “strati” statici posti l’uno sopra l’altro, ma di vari strati che si muovono ciascuno in modo indipendente perché esistono dei vuoti tra di loro: il cuore solido ruota verso Est mentre il cuore interno (inner inner core) ruota verso Ovest. Da qui si evince come la ROTAZIONE è ciò che genera movimento, la Vita. Infine, la Conforto afferma che: “la trasformazione in atto è

sole nero sole bianco

Il Sole al centro della Terra come buco nero, e il Sole che vediamo in cielo come buco bianco (immagine di Giuliana Conforto)

l’evoluzione del cervello, il transito da un’identità frammentaria a una volontà chiara e coerente con gli intenti di ogni essere (prosperità, amore, amicizia, armonia, benessere comune)”. Quindi non si tratta di una evoluzione o di un risveglio spirituale intenso come sola espansione del Sé Spirituale, ma di una trasformazione e riconnessione con la Vita che richiede la riattivazione di tutte le capacità dell’essere umano, sia della sua entità fisica che della sua parte “non fisica”; ecco il perché dell’interesse delle istituzioni e dei media per la spiritualità, non solo intesa come religione, ma anche come movimenti spirituali che hanno fatto e continuano a fare il gioco del potere (mia interpretazione).

“Oltre al terrorismo oggi c’è il “nemico” globale: il cambio climatico. E’ un pericolo che richiede azioni urgenti secondo i governi “buoni”. “Una conversione ecologica globale è necessaria” per il papa che chiede una nuova alleanza tra scienze e religioni per combattere il cambio climatico, “provocato dall’uomo”. E se fosse provocato, invece, dall’energia oscura che pullula dal “vuoto”, espande e pervade tutto? Per il “sapere” sarebbe una catastrofe, per chi è cosciente, cioè sente l’energia oscura, è la libertà da tutti i limiti, tanto temuti quanto falsi.” – Giuliana Conforto, Il ritorno dell’etere e dell’armonia, http://www.giulianaconforto.it/?p=4708

 


NOTE:

*Fasce di Van Allen: “Regioni ricche di particelle di alta energia (plasma), principalmente protoni e elettroni, tenute imprigionate dal campo magnetico terrestre a una distanza fissa dal pianeta. Le fasce di particelle veloci intrappolate attorno alla Terra possono essere divise in due zone. Una fascia interna, detta propriamente fascia di Van Allen, in onore del suo scopritore James A. Van Allen, localizzata a circa. 6300 km dalla Terra e costituita prevalentemente da protoni ad alta energia (10÷50 MeV). […] La fascia più esterna (a ca. 40.000 km dalla Terra) è molto più estesa ed è circondata da una regione a bassa intensità, detta ring current, composta principalmente di elettroni e di ioni (tra cui particelle alfa e ioni O+), la cui origine è dovuta al concorso di più fenomeni fisici. Le particelle intrappolate sono costrette, dalle linee di forza del campo geomagnetico, a compiere traiettorie spiraleggianti attorno alla Terra. […]” (fonte: http://www.treccani.it/enciclopedia/fasce-di-van-allen_(Enciclopedia-della-Scienza-e-della-Tecnica)/

Bibliografia:

  • Giuliana Conforto, Baby Sun Revelation, Edizioni Noesis, 2013.
  • Giuliana Conforto, Cambio di Logica, Verdechiaro Edizioni e Nexsus Edizioni, 2016.

Sitografia: